Viale Europa, 88100 Catanzaro CZ

PLL @ EEPA 18

I Piani Locali per il Lavoro (PLL) sono un modello operativo innovativo della Regione Calabria

I PLL sono capaci di attuare le politiche attive per l’occupazione e l’imprenditorialità in una prospettiva di sviluppo locale (EUROPA 2020). L’obiettivo è la valorizzazione di filiere produttive e poli di sviluppo mediante l’inserimento di giovani laureati in aziende esistenti e la realizzazione di nuovi progetti di impresa.

Il progetto si articola nelle seguenti fasi

Organizzazione e coinvolgimento del territorio
Attuazione delle linee operative
Implementazione e sviluppo della rete

FASE 1 (2013/2016)

Organizzazione e Coinvolgimento del territorio

L'organizzazione dei Piani Locali per il Lavoro ha previsto il coinvolgimento degli stakeholders a livello locale, in un'ottica di puro bottom-up. Gli attori locali, in questa fase, (Guidati da enti comunali e formati di reti associative, reti imprenditoriali e agenzie di sviluppo, hanno assunto la responsabilità di definire strategie territoriali e modalità di intervento)

FILIERE E MICROFILIERE PRODUTTIVE

Corrispondenti a concentrazioni produttive identificabili con il contesto territoriale e luoghi di riferimento.

(Distretti Agroalimentari, Poli Turistici, Servizi di trasporto, Strutture Ricettive,Produzioni tipiche di qualità)

POLARITA' DI SVILUPPO E ATTRATTORI CULTURALI

Corrispondenti ad aree di particolare interesse culturale e storico.

( Aree Archeologiche, Parchi Naturali, Strutture Museali, Beni Culturali, Centri di Ricerca, Incubatori e Spin Off di Impresa, Centri di Analisi nella filiera agroalimentare)

FILIERE DI ECONOMIA SOCIALE

Corrispondenti ad enti e associazioni di riferimento.

(Associazioni Culturali, Gruppi di Animazione Territoriale, Proloco Locali, Centri di Accoglienza e Inclusione Sociale, Reti di Integrazione e Inserimento.

14 Partenariati

Gruppi territoriali di concertazione e progettazione partecipata

Per rispondere alla proposta avanzata della Regione Calabria, si sono pertanto auto-costituiti 14 gruppi territoriali di concertazione e progettazione partecipata, ognuno dei quali ha prodotto il proprio PLL attraverso il contributo e la condivisione dei soggetti del partenariato.

La Fase 1 si è conclusa nel 2014 con l’approvazione dei 14 PLL proposti da altrettanti partenariati locali.

  • AREA CRATI SAVUTO
       

    Aumento dell’occupazione nel settore ambiente: comparto chimica, edilizia e manifattura e nel settore innovazione: comparto informatica, meccanica ed elettronica.

    N° Comuni: 27 Residenti Nell'area: 187.928 Settore: Edilizia e Innovazione   Presentazione Ufficiale.
  • AREA GOETHE
                                                     

    Sviluppare forme di turismo religioso, escursionistico ed enogastronomico; Valorizzare l’area dell’Unione dei comuni del Versante Ionico. Realizzare una card tematica turistica.

    N° Comuni: 26 Residenti Nell'area: 73.125

    Settore: Turismo

  • CANTIERI PER L’OCCUPAZIONE
          Rafforzare i sistemi produttivi locali e le filiere maggiormente rappresentative. Aumentare la competitività delle imprese locali attraverso la qualificazione/riqualificazione della struttura occupazionale.   N° Comuni: 12 Residenti Nell'area: 64.561 Settore: Industria  

  • IONIO TIRRENO
                                         

    Sviluppo e crescita sostenuta del settore agroalimentare e agroforestale. Migliorare e sviluppare la capacità di innovazione e cooperazione delle imprese, dei sistemi e delle filiere produttive.

    N° Comuni: 56 Residenti Nell'area: 230.088

    Settore: Agroalimentare e Agroforestale

     
  • LAMETINO REVENTINO
          Sostenere la promozione e la realizzazione di un ecosistema della creatività e dell’innovazione; Promuovere e realizzare progetti e servizi sostenibili nei settori della green economy; Sostenere le persone e le organizzazioni che pongono i bisogni dell’uomo e dell’ambiente al centro del loro lavoro;   N° Comuni: 10 Residenti Nell'area: 91.969 Settore: Economia e Innovazione Sociale      
  • LO STRETTO SOSTENIBILE
       

    Formare nuove figure professionali, spendibili anche all’estero.

    N° Comuni: 13

    Residenti Nell'area: 226.182

    Settore: Turismo, Enogastronomia e Artigianato

     

    FACE Festival 2018: prima nazionale dello storytelling “Lo Stretto sostenibile”

  • MARCO POLO
       

    Realizzare una rete locale integrata in grado di valorizzare capacità produttive; Razionalizzare i processi produttivi determinando economie di scala.

    N° Comuni: 14

    Residenti Nell'area: 124.317

    Settore: Manifatturiero

     

    “IL FUTURO NELLE MANI” – INCONTRO PUBBLICO A SERRASTRETTA

  • NEOS POLIS
     

    Migliorare le condizioni di accesso ai beni economici, Potenziare e migliorare la qualità dei servizi alle imprese; Incrementare il patrimonio di conoscenze specialistiche e professionali tra gli operatori economici del territorio.

    N° Comuni: 59

    Residenti Nell'area: 213.488

    Settore: Agroalimentare, Ambiente, Turismo

    Inaugurazione del primo laboratorio al mondo di Nhaccp il 26 maggio a Verbicaro (CS)

  • ORA SILAVORA

    Rafforzamento del sistema turistico; Valorizzazione dell’identità culturale collettiva; Incentivazione dei servizi di supporto al turismo; Recupero degli elementi portanti dell’identità ambientale, cultura, storica ed artistica; Sviluppare le potenzialità del capitale umano tramite formazione

    N° Comuni: 13

    Residenti Nell'area: 56.580

    Settore: Turismo, microfiliera artigiana

     

  • SIAMO IL LAVORO

    Promuovere e internazionalizzare i prodotti e le eccellenze locali, Promuovere e valorizzare il patrimonio turistico, archeologico, storico, culturale e ambientale, Collegare le realtà produttive esistenti a una rete di attori pubblici e privati.

    N° Comuni: 27

    Residenti Nell'area: 174.605

    Settore: Agriturismo

  • SILAVORO

    Valorizzare e tutelare le risorse naturali e ambientali, culturali e architettoniche dell’area, Potenziare e valorizzare il sistema produttivo locale;Migliorare la qualità delle aree urbane e dei servizi alla comunità; Valorizzare le reti di servizio e la società dell’informazione;

    N° Comuni: 21

    Residenti Nell'area: 56.496

    Settore: Agrosilvopastorale, Artigianato tipico, Turismo

    RED MOON EXPERIENCE @ IL CHIOSCO ROSSO

  • TERRA FRA I DUE MARI

    Sostenere i percorsi avviati con altri strumenti di pianificazione integrata;Attrarre nuovi abitanti inclusi gli immigrati;Attrarre nuove iniziative imprenditoriali, compatibili con le specificità locali;Rafforzare le reti.

    N° Comuni: 29

    Residenti Nell'area: 78.218

    Settore: Turismo rurale e Accoglienza diffusa

    LA BUONA OCCUPABILITA', PASSA PER IL TURISMO LOCALE

  • TERRE JONICO SILANE

    Promuovere la competitività dell’area; Miglioramento della qualità della vita attraverso il potenziamento di servizi; La valorizzazione degli attrattori di eccellenza; Il sostegno alla creazione di una rete commerciale funzionale allo sviluppo turistico del territorio;

    N° Comuni: 19

    Residenti Nell'area: 120.530

    Settore: Turismo culturale e sostenibile

    SVILUPPO: INVESTIRE IN COMPETENZE E CREATIVITA'

  • VIBO VALE

    Migliorare e rendere competitiva l’offerta turistica della Costa degli Dei; Valorizzare i beni archeologici ed ambientali e dei prodotti tipici, al fine di incrementare la qualità dei servizi turistici; Promuovere a livello nazionale e internazionale l’area attraverso adeguati piani di comunicazione e promozione.

    N° Comuni: 21

    Residenti Nell'area: 93.366

    Settore: Turismo

    ASSESSORE ROBBE: I PLL SONO UN MODELLO DA REPLICARE.

FASE 2 (2017/2018)

Attuazione delle linee operative

Nel 2016 è stato approvato dalla Regione Calabria il documento di attuazione della Fase 2 dei PLL, che prevede l’attuazione delle strategie definite dai 14 partenariati mediante le seguenti azioni:

Misure previste
Azioni di Politica Attiva
Costo Unitario

Azione 1

Destinata ai giovani laureati calabresi, under 35, assunti con contratto a tempo indeterminato da aziende con unità produttiva nel territorio della Regione Calabria.

Dote Occupazionale

MODALITA' 1

. 20.000 per singola dote occupazionale utilizzabile come incentivo all’assunzione a tempo indeterminato.

Azione 2

Incentivi alle imprese per l’assunzione a tempo indeterminato di lavoratori svantaggiati, molto svantaggiati o disabili, ai sensi del Reg. 800 (CE) e disabili, iscritti negli elenchi provinciali ai sensi della Legge 68/1999, residenti in Calabria.

Incentivi per l'inserimento lavorativo

MODALITA' 2

50% del costo salariale per un anno o due anni, rispettivamente per i soggetti svantaggiati o molto svantaggiati, ovvero il 75% del costo salariale per 3 anni per i disabili

Azione 3

Contributo ad azienda per ogni apprendista dei i costi sostenuti per la formazione dal tutore o referente aziendale / per la formazione degli apprendisti. Contributo per miglioramento dei luoghi di lavoro; sistema delle risorse umane e dotazioni per l’innovazione di processo.

Contributi alle aziende per la formazione

MODALITA' 3

3.000 euro per ogni apprendista per l’attività di tutoraggio prevista nell’ambito dei contratti di apprendistato 1.000 per ogni apprendista per la formazione degli apprendisti.

Azione 4

Incentivi alla creazione di nuovo lavoro autonomo ed erogazione di servizi integrati di orientamento, formazione e tutoraggio per la fase di start-up ai soggetti destinatari.. Iniziative di auto lavoro e microimpresa

Promozione dell'auto lavoro e micro impresa

MODALITA' 4

max €. 30.000,00 di cui: Contributo in conto capitale, nella misura del 50% delle spese ammissibili; contributo a tasso agevolato tasso agevolato nella misura del 50% delle spese ammissibili.

Azione 5

Il voucher viene erogato ai giovani (neolaureati o in fase di start up professionale) per acquisire i servizi funzionali al proprio inserimento/autoinserimento lavorativo, secondo quanto definito nel PIAL - Progetto Inserimento e Avviamento al Lavoro

Voucher per la buona occupabilità

MODALITA' 5

Il valore del voucher può arrivare fino ad un massimo di € 12.000,00: di cui 6.000,00 per le attività formative, specializzazione delle competenze (master, corsi di specializzazione, ecc.); 6.000,00 come integrazione del reddito e copertura costi nel periodo di realizzazione del PIAL.

IL FULCRO DELLA CANDIDATURA DELLA REGIONE CALABRIA ALL’EEPA 2018.

L’INTEGRAZIONE FRA LE AZIONI 1 (DOTE), 4 (AUTOIMPIEGO) E 5 (VOUCHER), IN UN’OTTICA DI SVILUPPO SOSTENIBILE E INTEGRATO DEL TESSUTO PRODUTTIVO REGIONALE

Coerenza con le politiche di sviluppo e coesione
Modello di sviluppo territoriale altamente replicabile

Piani Individuali di Avviamento al Lavoro - PIAL

Percorsi Integrati di Orientamento, Formazione e Lavoro

Nel 2017 la Regione Calabria ha approvato un “Avviso Pubblico per l’avvio di Piani Individuali di Avviamento al Lavoro (PIAL) - Percorsi Integrati di Orientamento, Formazione e Lavoro nell’ambito dei Piani Locali per il Lavoro”, che ha permesso la selezione di circa 120 beneficiari - giovani laureati disoccupati - dell’Azione 5 (voucher per la buona occupabilità), considerata azione prioritaria.

120 GIOVANI LAUREATI

Un gruppo di giovani professionisti under 35, che hanno maturato percorsi integrati di formazione post laurea, e specializzazioni delle competenze gestionali-operative su tutto il territorio nazionale e internazionale. Un bacino di competenze variegate e complementari, al fine di soddisfare le ampie e mutevole richieste del mercato del lavoro e delle imprese.

14 PARTENARIATI

Nei PLL sono coinvolti 347 enti comunali, organizzati in 14 partenariati, ricoprendo il 90% del territorio regionale, oltre a numerose reti di imprese, filiere produttive e associazioni di categoria, al fine di elaborare connessioni strutturate e collaborazioni a lungo termine tra il sistema operativo pubblico, il sistema produttivo privato e le nuove aziende.

NETWORK AZIENDALE

Mediante l'implementazione dei PIAL sono state messe in rete numerose aziende operanti su diversi settori prodottivi. Filiere e micro filiere: poli turistici, distretti agroalimentari, produzioni d'eccellenza, strutture ricettive e servizi di trasporti. Polarità di sviluppo e attrattori culturali: aree archeologiche, parchi naturali, centri di ricerca, spin off d'impresa.

Network Aziendale

Alcune delle imprese calabresi che partecipano ai PLL e che hanno autorizzato l'adesione alla rete

Amarelli
Chiosco Rosso
E al Cubo
PARCO NAZIONALE SILA
SMART CITY UNICAL
SCHERIA
FEDERIMPRESE
Tenuta Ciminata Greco
Donato Parisi
AMAMI
TROPEA BIZ
Società cooperativa Orso
CEPROS
STUDIO ADAMO
COSTANTINO AGRITURISMO
TURCO
Officina Kreativa
Colacchio
Gal I Due Mari
Comunità Progetto Sud
Malgrado Tutto
Zoropa Produzioni
Museo Codex
Simet

Progetti e Sviluppi Realizzati

  • Reggio Calabria, il succo del discorso @Rai.it – Il posto giusto
    Reggio Calabria, il succo del discorso @Rai.it – Il posto giusto
    AGROALIMENTARE, COMUNICAZIONE, MARKETING
  • CREARE UNA RETE DI AZIENDE ATTRAVERSO UN MARCHIO
    CREARE UNA RETE DI AZIENDE ATTRAVERSO UN MARCHIO
    CONSULENZA, MARKETING, PROGETTAZIONE
  • ALL’ISTITUTO EINAUDI DI LAMEZIA ARRIVA “SCUOLIO”
    ALL’ISTITUTO EINAUDI DI LAMEZIA ARRIVA “SCUOLIO”
    AGROALIMENTARE, COMUNICAZIONE, PROGETTAZIONE
  • Lo Stretto Sostenibile
    Lo Stretto Sostenibile
    AGROALIMENTARE, COMUNICAZIONE
  • Associazione MK @ tra Promozione dei Borghi e Turismo Esperienziale
    Associazione MK @ tra Promozione dei Borghi e Turismo Esperienziale
    TURISMO
  • Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2017
    Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2017
    TURISMO
tumblr_m4s082AVjh1rx9lzro1_500
Reggio Calabria, il succo del discorso @Rai.it – Il posto giusto

Nella cosiddetta zona Grecanica, cresce il bergamotto, un agrume la cui essenza è utilizzata in molti settori: profumi, cosmesi, farmaceutica, agroalimentare.

Nel servizio si va alla scoperta del “bermè”, bevanda nato dall’incontra tra l’agrume calabrese e la mela del Trentino: un legame interregionale alimentato da creatività, ricerca ed innovazione. Intorno agli oli essenziali del bergamotto si è costruito un distretto in grado di stimolare attività di conservazione e valorizzazione del territorio.

Clicca qui per vedere il reportage completo di Rai.it Il Posto Giusto

(more…)

Categories :
AGROALIMENTARE, COMUNICAZIONE, MARKETING
#2
#1
CREARE UNA RETE DI AZIENDE ATTRAVERSO UN MARCHIO

Samuele Anastasio è uno dei 130 beneficiari del voucher per la buona occupabilità nell’ambito dei Piani Locali per il Lavoro (PLL) voluti dalla Regione Calabria. Da ormai 8 mesi si sta occupando del suo progetto all’interno del PLL Marco Polo di Catanzaro e lavora a stretto contatto con la Cooperativa di Comunità di Tiriolo Scherìa.

Tiriolo è un paese che si trova in una posizione strategica, al centro della Calabria, nel suo punto più stretto, tra il Mar Ionio e il Mar Tirreno, con uno sguardo ad Occidente ed uno ad Oriente. 

Laureatosi presso l’Università degli Studi della Calabria in Conservazione dei Beni Culturali e presso l’Università degli Studi di Perugia in Archeologia Medievale, con un master in Marketing, Business Plan and Project Management.

Anastasio sta svolgendo un’attività mirata per l’individuazione di aziende artigiane che possano entrare a far parte di un marchio realizzato dalla Cooperativa Scherìa, il cosiddetto “ManuFactum”, che identifichi specificità, qualità e provenienza di un determinato prodotto.

Le botteghe coinvolte e gli artigiani inseriti sono molteplici sono state introdotte l’associazione Lignarius di Tommaso Leone, il laboratorio tessile di Giuseppina Critelli, il laboratorio Nausicaa di Giuseppina Ferragina, il laboratorio di Domenico Lubello, il laboratorio di Domenico Critelli e la bottega DecoArt di Squillace di Concetta Gallo.

(more…)

Categories :
CONSULENZA, MARKETING, PROGETTAZIONE
Skills :
Artigianato
black-olives-blur-bottle-162667
ALL’ISTITUTO EINAUDI DI LAMEZIA ARRIVA “SCUOLIO”

GLI STUDENTI DELLE TERZE CLASSI DELL’ISTITUTO ALBERGHIERO EINAUDI HANNO PARTECIPATO AD UNA PARTICOLARE GIORNATA DI FORMAZIONE SULL’OLIO. UN PRODOTTO DEL NOSTRO TERRITORIO CHE CULTURALMENTE CI IDENTIFICA E CHE RAPPRESENTA UN BENE COMUNE DA VALORIZZARE.

L’IDEA È PARTITA DA DUE BENEFICIARI DEL PIANO LOCALE LAVORO DEL LAMETINO E REVENTINO E DI QUELLO TRA I DUE MARI, RICCARDO DORNIO E PASQUALINA BARTUCCIO: CHE HANNO PREPARATO UNA VERA E PROPRIA LEZIONE SULL’ARGOMENTO, INTESA COME MOMENTO INFORMATIVO E DI CONFRONTO CON I RAGAZZI.

Si è parlato di analisi sensoriale – l’olio come il vino può essere degustato e valutato – di etichettatura – cosa comporta il marchio Dop e perché è importante conoscerlo – e di alimentazione – l’olio non è un mero condimento ma un vero e proprio alimento ricco di proprietà nutritive che si possono potenziare grazie ad alcuni criteri di consumo (ad esempio adottando la dieta mediterranea). Un excursus portato avanti da Dornio e Bartuccio sia dal punto di vista storico che scientifico su un alimento così pregiato e allo stesso tempo così presente nel quotidiano sulla nostra tavola.

L’incontro con gli studenti si è concluso con l’intervento del dott. Giuseppe Critelli responsabile del Piano Locale Lavoro del Lametino e Reventino, che ha presentato ai giovani dell’Einaudi il lavoro dei beneficiari come un’azione fondamentale per mettere in connessione quelle conoscenze e competenze che vengono acquisite nelle strutture formative (scuole, università) con il settore aziendale attivo sul territorio locale e regionale.

Lo scopo dei PLL, infatti, è quello di promuovere uno sviluppo socioeconomico innovativo ed ecosostenibile che favorisca un buon livello occupazionale tra i giovani e i soggetti svantaggiati. Previsto dal progetto “ScuOlio” anche un momento di degustazione dell’olio certificato Dop con un menù pensato proprio per esaltare il gusto di questo alimento.

Da un antipasto di primizie calabresi (verdure sott’olio, latticini, crostone con nduja) a due primi molto interessanti (fusilli integrali con guanciale ricotta e pom. Secchi; maltagliati con fagioli tondo bianco di Cortale, finocchio e suino croccante), chiudendo con un secondo di pesce e verdure di stagione (baccalà cucinato a bassa temperatura con brunoise di verdure).

A fornire le materie prime per la preparazione del buffet di degustazione molte aziende dell’hinterland lametino, che grazie a questo evento si sono inserite in una prima potenziale rete di fornitori di prodotti tipici di qualità. Al termine della giornata, infatti, la dirigente dell’Istituto Einaudi oltre a congratularsi con gli organizzatori per l’occasione data ai ragazzi dell’istituto ha espresso un reale interesse verso i prodotti delle aziende scelte per l’occasione, aprendo le porte ad una collaborazione commerciale.

Un primo risultato dunque può ritenersi quello di aver messo in contatto le istituzioni scolastiche con fornitori a km zero che seguono una certa etica di produzione, tutelando e valorizzando le materie prime del nostro territorio. Fare Rete in Calabria è possibile, e deve essere uno dei motori della spinta economica nel nostro territorio.

 

 

Categories :
AGROALIMENTARE, COMUNICAZIONE, PROGETTAZIONE
Skills :
BIO, DEGUSTAZIONI, ENOGASTRONOMIA
Lo Stretto Sostenibile
Categories :
AGROALIMENTARE, COMUNICAZIONE
Turismo Esperienziale
Turismo Esperienziale
IMG-20180409-WA0007
Turismo Esperienziale
IMG-20180406-WA0006
Turismo Esperienziale
Turismo Esperienziale
Turismo Esperienziale
Associazione MK @ tra Promozione dei Borghi e Turismo Esperienziale

Sono tornato dall’altra parte delle stivale, in Calabria, nei meandri della cultura ellenico-bizantina.
E’ sabato mattina, 24 Marzo, ed esco a respirare un pò d’aria nuova e a passeggiare sotto il sole. Incontro qualche amico e via…il tempo di raccontarci un po’ di cose e vengo a conoscenza di un nuovo progetto: Associazione MK, un’associazione di promozione sociale, culturale, turistica e del tempo libero.

MK nasce grazie all’impegno e alla pura volontà di un gruppo di giovani laureati e brillanti visionari del territorio, abitanti di Mirto Crosia, tornati nel proprio paese, dopo varie esperienze professionali e di studi, in Italia e all’estero. Un gruppo di amici spinti da una forza di volontà nuova, che disegna azioni di crescita, con l’obiettivo di condividere e donare alla terra quel bagaglio di consapevolezza maturato durante gli anni.

Per capire meglio, proseguo la mia passeggiata per le vie del borgo, e dopo mezz’ora mi trovo al Pala Teatro, dove effettivamente trovo conferme! Mi trovo coinvolto in un team dinamico e praticoche sta già lavorando attivamente per la realizzazione di un nuovo evento di promozione culturale.

I ragazzi dell’associazione mi spiegano subito il loro obiettivo: condividere un messaggio di cambiamento, condividere una nuova visione di crescita, condividere la fresca gioia della Calabria ai viaggiatori di tutto il mondo.

E’ a tutti gli effetti una nuova isola di crescita e sviluppo; un gruppo dinamico e pro-attivo, consapevole delle ricchezze del territorio, e dell’immenso patrimonio culturale di cui siamo circondati. Un nuovo equipaggio che vuole contribuire concretamente a incidere un percorso di crescita, attuando passi fondamentali, al fine di poter far risplendere in tutto il mondo la bellezza e la maestosità della proprie radici.

Nella piazza principale del centro storico del Comune di Crosia ha sede l’associazione, la quale si pone come portavoce nella diffusione della conoscenza della Valle del Trionto, oltrepassando i confini territoriali e culturali, grazie all’utilizzo consapevole del web e all’abolizione dell’utilizzo della carta.

Il Portavoce mi dice: “Siamo abituati a intraprendere lunghi viaggi in località esotiche, dimenticando i luoghi che ci appartengono, siamo abituati a costruire sogni scrutando l’orizzonte, trascurando ciò che ci circonda”

Da questa consapevolezza, nasce l’azione di promozione territoriale dell’Associazione MK.

Favorire l’aggregazione interculturale e la socializzazione attraverso la valorizzazione, in ogni sua forma del tempo libero.

Ed è tutto vero, da lì a qualche ora inizia lo spettacolo! 

Sono le ore 15:00 ed in Piazza Dante arrivano, da 15 nazionalità diverse, 40 studenti appartenenti al progetto Erasmus dell’UNICAL, Università della Calabria.

Il TOUR ha inizio : #ERASMUS @ One day tour

Una nuova visione di turismo eco sostenibile e di scambi interculturali. Una full Immersion nella tradizioni e nella cultura contadine della Valle del Trionto.

Il reportage realizzato per l’occasione saprà trascinarvi molto meglio delle parole in questa nuova dimensione.

INSERIRE VIDEO +

 

24 H infinite!

Tra scambi di idee e risate multiculturali, tra paesaggi suggestivi e sapori tipici, tra danze antiche e suoni moderni, tra cultura antica e nuove visioni, tra il Resto del mondo e la maestosa Calabria.

Grazie a un team folto e motivato, e grazie alle varie sinergie createsi, insieme al responsabile del progetto Erasmus, Eros Eroll Qose, gli ospiti sono stati accolti e guidati attraverso un itinerario variegato, il quale propone conoscenza ed esperienza dei diversi lati culturali e tipici calabresi.

  • Percorsi naturalisti e tour aziendale presso l’azienda agricola Vulcano;
  • Visita guidata dei borghi nel centro storico di Crosia; 
  • 3 postazioni di specialità eno gastronomiche locali;
  • Gruppi di animazione folkloristici e balli popolari,“Le Pacchiane”; 
  • Proiezione di Cortometraggi e reportage culturali sulle antiche tradizioni.
  • Night Party @ Palateatro;
  • Benedizione e visita luoghi sacri.

I Ragazzi di MK sono davvero forti!

Coinvolgenti ed entusiasti, capaci di accogliere e condividere, danzare e degustare tra i sapori antichi di una terra ricca e magica e le idee innovative provenienti da ogni parte del mondo.

Promuovono attivamente stili di vita sani e integrati nel tessuto culturale locale, valorizzano la propria terra condividendo un nuovo punto di vista, capaci di rappresentare e raccontare in modo nuovo il territorio, al fine di esportare e condividere il carattere tipico della Calabria ad un pubblico internazionale. 

L’utilizzo dei nuovi media, in particolare dei canali social, al fine di coinvolgere attivamente la comunità, facendola sentire parte di una crescita identitaria e collettiva, che vede al centro i piccoli borghi, la riscoperta dei caratteri tradizionali e culturali, e la possibilità di accogliere e integrare nuove idee e culture.

Qui trovate la loro pagina Instagram.

Da ciò che mi hanno raccontato, saranno molte le attività previste per il futuro del territorio:

-integrazione della tradizione folkloristica e i nuovi media

-riqualificazione del centro storico e reportage storico-culturale

-tour culturali – spirituali – eno gastronomici e valorizzazione dell’artigianato

-trekking urbano e naturalista

-eventi e interscambi culturali

-diffusione della cultura e promozione aziendale

Che dire, tutto ciò è fantastico! Un nuovo passo concreto per una Calabria 3.0 , che sa affacciarsi al turismo internazionale e sa accogliere con qualità e innovazione le nuove richieste esperienziali.

Vi invito a seguire su Facebook le iniziative e i nuovi progetti dell’associazione, e in particolar modo vi invito a venirli a trovare direttamente a Crosia, in Calabria, dove potrete condividere e vivere un’esperienza unica e indimenticabile.

Grazie Infinite MK, alla prossima avventura!

 

Categories :
TURISMO
Danimarca
Danimarca 2
Danimarca 3
Danimarca 4
Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2017

Analisi di mercato sintetica nell’ambito del settore turismo “outgoing” sulla Danimarca.

La fonte dei dati proviene da ITALIA (Agenzia Nazionale per il Turismo – Enit)

 

Analisi del turismo outgoing

Flussi turistici all’estero e principali destinazioni


La Danimarca è un mercato maturo, con un livello socio-economico molto alto e con un livello di formazione elevato.
La forte crescita del benessere individuale e l’apertura crescente verso culture diverse, frutto in particolare della maggiore tendenza dei viaggi all’estero, hanno portato alla formazione di una tipologia di consumatori molto critica e selettiva, capace di scelte autonome ed altamente individuali, ed anche molto disponibili a nuove destinazioni ed alternative di viaggio.
Grazie all’alta disponibilità di reddito medio, in generale il costo della vacanza non costituisce un limite alla possibilità di viaggio per diverse classi di reddito, incidendo soltanto sulla frequenza e durata del viaggio e sulla scelta della destinazione.
I viaggiatori danesi sono comunque molto attenti al costo della vacanza, come conseguenza alla grande attenzione al “value for money” – la correlazione qualità – prezzo. 
Gli ultimi dati ufficiali concernenti il numero dei viaggi effettuati dai danesi e le spese viaggio sono da Eurostat e sono relativi al 2014. Per tale anno i danesi hanno effettuato un numero complessivo di circa 23.406.651 viaggi di durata 1-3 notti, di cui 6,33% sono stati viaggi d’affari e 6.936.250 di durata minimo 4 notti, di cui 3,39% sono stati viaggi d’affari. Le spese di viaggio corrispondono a € 200,52 per un viaggio di durata 1-3 notti e € 453,65 per un viaggio di durata minimo 4 notti. 
Secondo l’Istituto Danese di Statistica, anche nel 2014 la principale destinazione dei viaggi all’estero dei danesi con un minimo di quattro giorni di pernottamento è stata la Spagna, 15% del totale (+1% rispetto al 2013); seguita da Italia, 10% (=), Germania, 8% (=) e Francia, Svezia e Grecia con una quota di mercato pari al 6%. 
Le vacanze balneari costituiscono il 22% (-3%) dei viaggi dei danesi all’estero; i viaggi verso le grandi città (fino a tre notti) rappresentano il 20% (+1%). 


 

  • Flussi turistici e spesa turistica verso l’Italia, principali destinazioni turistiche italiane      

Nel 2015 gli arrivi dei turisti danesi in Italia sono stati pari a 598.263 (+3% rispetto al 2014) mentre le presenze pari a 3.045.427, hanno registrato un calo del 2,5% in confronto all’anno precedente (vedi dati ISTAT sotto riportati). La spesa turistica pari a € 418.000.000, è cresciuta del 18,75% (dati Banca d’Italia). 
Secondo gli ultimi dati ISTAT (2015), le Regioni Top 5 per i turisti danesi in termini di presenze rimangono ancora: 


  1. Veneto 1.165.195 
(-4,4%)
  2. Toscana 412.579 
(+6,3%)
  3. Lombardia 342.418 
(+4,8%)
  4. Trentino 213.331 
(+9,0%)
  5. Lazio 205.620 
(-37,1%)

 

Prospettive future relative all’outgoing


Per le azioni da programmare sul mercato danese è opportuno considerare alcuni fattori e tendenze relativi al comportamento del viaggiatore danese ed anche del trade danese. Come anche di recente confermato dall’indagine Flash Eurobarometer 2016 “Preferences of Europeans towards tourism”, l’84% dei danesi ha effettuato un viaggio durante 2015, in aumento dell’8% rispetto al 2014. L’80% delle vacanze dei danesi durano 4-13 notti, che è il livello più alto nei Paesi EU28, con un incremento dell’ 8% in confronto al 2014. 
Il 69% dei danesi (la più alta percentuale fra i Paesi EU28), prenotano la propria vacanza via internet e creano soluzioni individuali tramite vari fornitori. Soltanto l’8% dei danesi prenotano pacchetti all-inclusive. 


La motivazione principale è soprattutto mare e relax, seguita da visitare attrazioni naturalistiche e / o culturali.

Nella scelta della destinazione, le fonti di informazione ed ispirazione sono soprattutto i consigli di parenti ed amici ed anche i suggerimenti di vari siti internet, ma è l’esperienza personale l’aspetto più importante. Altri aspetti importanti per far ritornare i turisti danesi in una destinazione sono i paesaggi naturalistici, la cultura e la qualità delle strutture ricettive ed i servizi in loco.

Il mercato danese ha caratteristiche particolarmente favorevoli per l’offerta italiana, che potrebbe trovare spazi per una crescita ancora più marcata di quella registrata negli anni precedenti; ciò deriva dal fatto che la destinazione Italia si è ormai qualificata come una destinazione di qualità anche se con prezzi relativamente alti rispetto alla concorrenza europea.

Con riferimento al prodotto italiano, si ritiene opportuno evidenziare alcuni fattori tipici degli attuali trend turistici, utili da cogliere per strategie future:

Incremento dei viaggi su misura. Il gruppo di viaggiatori danesi “appassionati” aumenta notevolmente. Attraverso il “viaggio” questo target intende approfondire le proprie conoscenze di uno specifico ambito, di cui è già esperto (es. musica, architettura, turismo attivo). Si tratta di un turista molto esigente;

Sempre più richiesta la palestra nelle strutture ricettive e la possibilità di sfruttare la vacanza per “rimettersi in forma”;

WIFI sempre più una necessità ovunque e gratuito. I viaggiatori controllano tale aspetto prima di prenotare una struttura.

Appare inoltre opportuno segnalare altre criticità nella nostra offerta:


standard dei servizi di una parte dell’offerta turistica italiana spesso non all’altezza

degli standard internazionali e con un rapporto qualità/prezzo elevato;


frammentazione della promozione turistica;


rete di collegamenti dei mezzi pubblici talvolta insufficiente o congestionato;


scarsa informazione sull’applicazione della tassa di soggiorno in diversi comuni italiani e sulle zone a traffico limitato comunali.

Al fine di definire opportune azioni promozionali che permettano di ridurre, almeno in parte, alcuni dei gap sopramenzionati, si ritiene utile evidenziare, di seguito, alcune tendenze rilevanti del settore turistico danese:

aumento delle vendite della destinazione Italia legate a specifici temi quali tour enogastronomici, romantic week-end, viaggi legati ad eventi sportivi e golf, e vacanza attiva;

interesse crescente per soluzioni self-catering di qualità;


lento inizio di destagionalizzazione della domanda (concentrata a luglio), grazie all’incremento dei “long week end”, viaggi brevi e “long-stay”;


incremento delle operazioni di sensibilizzazione dirette al consumatore finale attraverso un adeguato utilizzo della comunicazione sul web.

 

Composizione target di mercato di riferimento

TARGET QUOTA %
1 Coppie senza figli                                 31 %
2 Famiglie con bambini                           27 %
3 Giovani/studenti                                   13 %
4 Seniors                                                12 %
5 Singles                                                 8%
6 Uomini d’affari/professionisti                9%
7 Altro                                                      0% 0%
TOTALE 100%

 

Di seguito le tabelle che descrivono brevemente i principali target di riferimento come individuati precedentemente:

COPPIE SENZA FIGLI (DINKS)
Segmento socio-economico di appartenenza Per il target considerato il costo della vacanza all’estero non costituisce un limite alla possibilità di viaggio. Questo target ha una buona disponibilità di reddito ma poco tempo a disposizione, il che comporta la predisposizione a fare più viaggi, ma di breve durata (3-6 notti)
Livello culturale Alto
Fasce di età 25-45
Propensione al viaggio Il segmento costituisce il 31% del totale dei viaggi all’estero dei danesi e gode di una propensione al viaggio molto alta
Principali motivazioni di vacanza all’estero In cerca della “Dolce Vita”, con paesaggi naturalistici ed eccezionali borghi minori, eccellente enogastronomia e city break con una vita notturna e visite culturali da “sogno”
Mezzi di trasporto preferiti Aereo 61%, Auto 28%, Bus 5%, Treno 2%, Nave 3%, altro 1%
Prodotti turistici preferiti ed emergenti Mare, campagna, grande città, montagna
Fattori determinanti nella scelta delle destinazioni Prezzo, accessibilità della destinazione, efficienza dei servizi, conoscenza delle lingue
Tipo di alloggio preferito Hotel 4*, villaggi turistici, self-catering, ville con piscine private. WiFi gratis
Mesi preferiti per i viaggi Maggio – ottobre / dicembre – gennaio
Fonti di informazione preferite Consigli dagli amici, siti web, social media, stampa specializzata
Canali d’acquisto utilizzati Via OTA (es Secret Escapes), T.O. di nicchia
FAMIGLIE CON BAMBINI
Segmento socio-economico di appartenenza Per il target considerato il costo della vacanza all’estero non costituisce un limite alla possibilità di viaggio. Il buon reddito consente anche più viaggi all’estero nel corso dell’anno
Livello culturale Medio-alto
Fasce di età 30-50
Propensione al viaggio Il segmento costituisce il 27% del totale dei viaggi all’estero dei danesi, gode di una propensione al viaggio medio-alta e con lunghe vacanze scolastiche e pertanto molto tempo libero a disposizione
Principali motivazioni di vacanza all’estero Mare e relax
Mezzi di trasporto preferiti Aereo 61%, Auto 28%, Bus 5%, Treno 2%, Nave 3%, altro 1%
Prodotti turistici preferiti ed emergenti Mare, laghi, campagna, montagne e grande città
Fattori determinanti nella scelta delle destinazioni Value for money, accessibilità della destinazione, efficienza dei servizi
Tipo di alloggio preferito Hotel 3-4 stelle, self-catering (appartamenti e ville), campeggio, villaggio turistico, WiFi gratis
Mesi preferiti per i viaggi Durante le vacanze scolastiche
Fonti di informazione preferite Consigli degli amici, siti web, stampa e TV
Canali d’acquisto utilizzati Internet, T.O., charter, AV
GIOVANI / STUDENTI
Segmento socio-economico di appartenenza Per il target considerato il costo della vacanza all’estero costituisce un limite alla possibilità di viaggio. Le destinazioni scelte sono soprattutto citybreaks, di breve durata, in sistemazione standard (2-3 stelle), ma spesso più viaggi durante l’arco dell’anno
Livello culturale Medio-alto
Fasce di età 18-25
Propensione al viaggio Il segmento costituisce il 13% del totale dei viaggi all’estero dei danesi, gode di una propensione al viaggio medio.
Principali motivazioni di vacanza all’estero Divertimento
Mezzi di trasporto preferiti Aereo 61%, Auto 28%, Bus 5%, Treno 2%, Nave 3%, altro 1%
Prodotti turistici preferiti ed emergenti Mare, montagna e grande città
Fattori determinanti nella scelta delle destinazioni Prezzo, efficienza dei servizi e accessibilità della destinazione
Tipo di alloggio preferito Hotel 2-3 stelle, self-catering, WiFi gratis
Mesi preferiti per i viaggi Durante le vacanze scolastiche
Fonti di informazione preferite Consigli degli amici, siti web
Canali d’acquisto utilizzati Diretto sul sito della compagnia lowcost o via OLTA
SENIORS (WHOPS)
Segmento socio-economico di appartenenza Per il target considerato il costo della vacanza all’estero non

costituisce un limite alla possibilità di viaggio. Il reddito è medio- alto

Livello culturale Alto
Fasce di età 55-75
Propensione al viaggio Il segmento costituisce il 12% del totale dei viaggi all’estero dei danesi,

gode di una propensione al viaggio medio-alta

Principali motivazioni di vacanza all’estero Evasione climatica, arricchimento dell’io, itinerari naturalistici ed enogastronomici
Mezzi di trasporto preferiti Aereo 61%, Auto 28%, Bus 5%, Treno 2%, Nave 3%, altro 1%
Prodotti turistici preferiti ed emergenti Mare, laghi, montagna, campagna e città d’arte
Fattori determinanti nella scelta delle destinazioni Prezzo, accessibilità della destinazione, sicurezza, livello di organizzazione,

efficienza dei servizi.

Tipo di alloggio preferito Hotel 4 stelle, self-catering
Mesi preferiti per i viaggi Aprile – novembre
Fonti di informazione preferite Stampa e TV, siti internet, T.O., consigli degli amici
Canali d’acquisto utilizzati T.o. di nicchia, charter, AV

 

SINGLES (COSMOPOLITAN)
Segmento socio-economico di appartenenza Con reddito elevato, che consente anche più viaggi all’estero durante il corso dell’anno.

Si tratta, spesso, di donne e trend leader

Livello culturale Alto
Fasce di età 27-50
Propensione al viaggio Il segmento costituisce il 8% del totale dei viaggi all’estero dei danesi, gode di una

propensione al viaggio molto elevata

Principali motivazioni di vacanza all’estero Alla ricerca del lusso e dell’esclusività come conferma del proprio successo
Mezzi di trasporto preferiti Aereo di linea
Prodotti turistici preferiti ed emergenti Mare e grandi città ma spesso il viaggio ha come unico scopo una location particolare

o un evento speciale o una visita a ristoranti di elevato livello

Fattori determinanti nella scelta delle destinazioni Immagine della destinazione
Tipo di alloggio preferito Resort di lusso, struttura di desgin, WiFi gratis
Mesi preferiti per i viaggi Tutto l’anno
Fonti di informazione preferite Consigli dagli amici, social media, stampa specializzata
Canali d’acquisto utilizzati Direttamente sul sito del resort, della compagnia aerea, tramite un ADV di lusso.

Analisi SWOT della destinazione Italia

Punti di forza Punti di debolezza
Identificazione della destinazione Italia con uno stile di vita altamente qualitativo (storia, cultura, enogastronomia, made in Italy, “Dolce Vita”);

Cima favorevole;

Unicità della ricchezza storica, artistica e culturale;

Distribuzione del patrimonio artistico ed ambientale su tutto il territorio nazionale;

Estrema varietà dell’offerta turistica italiana con una pluralità di prodotti turistici;

Accoglienza, cordialità ed apertura nei confronti del visitatore straniero (il “fattore umano”)

Mancanza di azioni di co- marketing in collaborazione con i principali TO che

promuovono la destinazione Italia

Insufficiente qualità di una parte dell’offerta turistica italiana (soprattutto

le strutture di medio livello), soprattutto se comparata agli standard internazionali;

 Deficit nel rapporto tra qualità/prezzo rispetto alla migliore concorrenza e a

standard internazionali

Rete di collegamenti dei mezzi pubblici di grandi centri urbani talvolta

insufficiente

Frequente congestione dei sistemi di trasporto nei periodi di alta stagione

Scarsa informazione sull’applicazione della tassa di soggiorno in diversi

comuni italiani / informazioni non sempre adeguate sulle zone a traffico

limitato (ztl) in diversi comuni. La mancanza di informazione chiara su queste

spese extra comporta un danneggiamento all’immagine del Paese.

Opportunità Rischi/Difficoltà Potenziali
– Scoperta dell’Italia minore;

– Vacanza attiva (cicolturismo, trekking ed hiking)

  • Vacanza nel verde
  • – Creazione di pacchetti turistici integrati ed innovativi

– Sviluppo di itinerari eno-gastronomici;

– Sviluppo di soluzioni ricettive self catering di qualità (ville, casali etc.) ;

  • Ulteriore sviluppo dei voli low cost
  • – Sviluppo turismo congressuale ed incentive verso l’Italia ;
  • Politiche legate alla destagionalizzazione con particolare riferimento al segmento di età over 60
– Crescente concorrenza per la “vacanza mare” di altri Paesi mediterranei

capaci di offrire prodotti competitivi in termini qualità- prezzo;

  • – Mantenimento dell’attuale dinamica dei prezzi interni in Italia rispetto a
  • concorrenti che stanno offrendo tariffe scontate molto vantaggiose;
  • Ritardi o carenze nel processo di riqualificazione del patrimonio ricettivo nazionale;

Ritardi o carenze nell’utilizzo della leva tecnologica da parte dell’offerta

  • turistica italiana;
  • – Persistenza dell’attuale gap di investimenti finanziari nella promozione

turistica rispetto ai principali competitors internazionali .

 

LINEE STRATEGICHE

 

Ad oggi si annoverano più di settanta operatori turistici danesi che vendono l’Italia quale destinazione di viaggio; i tour operators più importanti hanno una programmazione ben definita mentre molti altri, ai fini di soddisfare a pieno il consumatore danese, sono orientati a programmare viaggi “su misura”, con una tendenza ad integrare il prodotto “sole e mare” con altre forme di fruizione della vacanza (enogastronomia e corsi di cucina, scuole d’arte e di artigianato ecc.).

Le linee strategiche possono così sintetizzate:

  • Rafforzamento della promozione dei prodotti turistici consolidati (mare, città d’arte) e delle destinazioni storicamente preferite dei turisti danesi (Veneto, Toscana e Lazio). A tal fine, per contrastare la concorrenza, occorrerebbero accordi di co- marketing con charter-operators e compagnie aeree oltre ad una maggiore visibilità e presenza sui media (soprattutto web e riviste specializzate).
  • Incentivazione e sviluppo di prodotti turistici di nicchia (turismo attivo, visita di siti UNESCO, vacanza nei borghi, turismo legato all’enogastronomia) per soddisfare le esigenze di un turista maturo quale quello danese, desideroso di conoscere nuovi itinerari turistici e vivere esperienze diversificate. Al fine di uno sviluppo adeguato di tali prodotti turistici si ritiene strategico organizzare educational tour per operatori della domanda organizzata danese per consentire la creazione di itinerari ad hoc da inserire nella programmazione.
  • Promozione diretta principalmente verso il segmento di età “over 60” che gode di un’alta propensione per i viaggi all’estero, di una buona capacità di spesa e di ampio tempo a disposizione per effettuare viaggi anche in periodi di bassa stagione, con possibilità di acquisto diretto a prezzi scontati. Tra i vari prodotti da incentivare per la destagionalizzazione, si segnalano ad esempio: Fly&Drive tra i borghi minori / Itinerari enogastronomici / Mare e Wellness.
  • Grandi prospettive di crescita legate al lancio di prodotti e destinazioni che, sebbene poco note, hanno un notevole potenziale per qualità e genuinità dell’offerta turistica. Promozione integrata dell’offerta “Italia minore”, con temi naturalistici quali l’“Italia dei Parchi”, cui i danesi sono notoriamente sensibili.
  • Grandi prospettive di crescita, correlate alla disponibilità di informazioni ed allo sviluppo dei collegamenti aerei diretti low cost e di linea che negli ultimi anni hanno avviato importanti flussi turistici verso destinazioni prima poco conosciute dal mercato danese. Promozione di prodotti di nicchia (golf, vacanza di lusso, incentive travel) in particolare per Regioni quali Sicilia, Campania e Sardegna. A tale proposito sarebbe opportuno incrementare iniziative promozionali quali workshop e presentazioni nel mercato danese volte ad ampliare la conoscenza dell’offerta a beneficio della domanda organizzata.

– Intensificare e attuare i progetti di collaborazione con soggetti pubblici e privati volti a creare piani durevoli ed efficaci per la capillare promozione della variegata offerta turistica nazionale nel mercato danese.

Categories :
TURISMO

FASE 3 (2018-2020)

Implementazione e Sviluppo Network

Canalizzare figure professionali di alto profilo, innalzare la competitività delle imprese in un’ottica di internazionalizzazione, innescare processi di miglioramento e innovazione, diminuire la disoccupazione giovanile e rafforzare le politiche di sviluppo e coesione della Regione Calabria.

Il Progetto CAL-HUB

La rete Cal-Hub è un risultato concreto e uno spin-off in nuce dei PLL e vuole rappresentare una vetrina delle competenze maturate dai beneficiari nei diversi contesti socio-economici regionali, dalla quale realtà territoriali e imprese potranno attingere per progettare, promuovere e realizzare interventi integrati di sviluppo locale, per acquisire servizi o per individuare professionalità da inserire in azienda - e dunque rafforzare i processi occupazionali attivati dai PLL.

CONSOLIDAMENTO NETWORK

Veicolare e facilitare il matching aziendale. Attraverso la presenza dei parteneriati su tutto il territorio e le singole iniziative dei 120 giovani professionisti, è stata realizzata una pluralità di reti di imprese, capaci di convogliare le eccellenze imprenditoriali e culturali, facilitando il processo di acquisizione e sviluppo progetti integrati di sviluppo territoriale.

AUMENTARE LA VISIBILITA'

Agevolare la raccolta delle informazioni, la diffusione delle attività svolte e la promozione dello sviluppo territoriale. Facilitare il processo di acquisizione clienti da parte dei giovani professionisti coinvolti in rete e l'ampliamento delle possibilità di erogazione dei servizi integrati su tutto il territorio. Il portale web mira a fornire spazio alle storie di successo e agli sviluppi dei singoli progetti realizzati dai giovani professionisti beneficiari coinvolti.

INNOVAZIONI & SVILUPPO

Digitalizzare i processi di gestione e ottimizzazione dei Piani Locali per il Lavoro e fornire supporto comunicativo ed esecutivo alla pubblica amministrazione. Il database di competenze elaborato e le capacità raccolte all'interno della piattaforma, concretizzano un'innovazione di processo nell'incontro tra esigenze del mercato del lavoro e le politiche di sviluppo e coesione promosse dalla Regione Calabria.

Aree di Intervento

La valorizzazione del territorio si sviluppo nelle seguenti aree

Comunicazione

Piani di Comunicazione, Advertising, Digital Marketing, Content Strategy

Progettazione

Euro-progettazione, Finanza agevolata, Progettazione architettonica e ingegneristica

Consulenza Aziendale

Consulenza Legale, Sviluppo Piani d'Impresa, Strategie di Crescita e Network

Marketing

Animazione e Promozione delle Risorse del Territorio, Strategie Classiche e Digitali

Turismo

Networking e Valorizzazione di Destinazioni Turistiche, Ambientali e Culturali

Agroalimentare

Analisi del Ciclo di Produzione, Tracciabilità e Certificazioni di Qualità

Green Economy

Attività di Ricerca, Trasferimento Tecnologico e Supporto al Territorio

Inclusione Sociale

Idee Progettuali e Servizi di Integrazione Sociale e Culturale

Grafica e Multimedia

Audio Visivo e ICT, Concept Grafici, Corporate e Brand Identity

Il team operativo CAL-HUB

La rete Cal-Hub è coordinata da una redazione formata da 10 figure professionali (di cui 7 ex-beneficiari PLL) con competenze complementari al fine di poter realizzare e gestire il funzionamento della piattaforma web, il coordinamento tra le parti coinvolte e la messa a disposizione di un nuovo modello gestionale-operativo.

Realizza Insieme a Noi Il Tuo Progetto

Unisciti al nostro team di sviluppo, implementa i nostri servizi e lasciati guidare verso il successo!

Creiamo Insieme il Futuro!

Translate »